Il Museo

Il Museo della Parola si propone di avvicinare i visitatori alla vita e alla cultura rurale del Comune di Fardella: un museo virtuale, un museo itinerante, installazioni multimediali permanenti ubicate all’interno dell'antico frantoio comunale raccontano al visitatore, attraverso materiale audiovisivo, storia, luoghi, lingua e tradizioni attraverso la parola di chi le ha vissute.

Di ciò che si ama tutto si desidera sapere, nulla importando la pochezza o la scarsa utilità della cosa e neppure l’entità della fatica necessaria.

(Beniamino Mazzilli)

Fardella-2-420x240

Territorio

Venire a Fardella significa immergersi in un mondo di colori, il rosso delle sue colline, la trasparenza delle sue fonti, il giallo dei suoi covoni, l’azzurro del suo cielo, il bianco della pasta fatta in casa, il rosso del vino, gli svariati colori dei suoi frutti, lo scarlatto delle fragoline di bosco e delle more selvatiche, i colori che si leggono sul sorriso dei bimbi e sulle rughe degli anziani, il colore della vita.

storia-420x240

Storia

Fardella è, come tutti i centri del Mezzogiorno, terra di emigranti, di uomini e donne, di famiglie, partiti nella speranza di migliori condizioni economiche. Dall’ Argentina, Brasile, Uruguay, Venezuela, Antille Olandesi, USA, Canada, Francia, Gran Bretagna, Svizzera, Germania, l’affetto verso il paese d’origine è vivo e si manifesta nelle costanti e-mails che giungono nel sito del comune.

arte-420x240

Arte

Terra di eremiti e santi, dall’eremita S. Onofrio al beato Giovanni da Caramola; terra di tradizioni religiose, giusta espressione di un popolo che ha sempre avuto fede.
Da queste “timpe” agli “architettonici” tornanti detti “i gironi di Episcopia”, alle surreali piramidi di argilla e sabbia che si innalzano nel letto asciutto del Sinni, il territorio di Fardella è vario e sempre sorprendente, una spina dorsale tra le valli dei fiumi Sinni e Serrapotamo.

cultura-02-420x240

Cultura

Fardella è il paese dell’ospitalità, della tranquillità, il paese dove la modernità non ha scalfito del tutto il sapore e il linguaggio dell’antico.

Raskatielli di legumi-420x240

Sapori

Fardella è terra di agricoltura e di sapori, di prodotti tipici e piatti autentici accompagnati dal buon vino rosso locale e da spezie preziose. Terra dei “raskatielli”, il cui impasto con farina di legumi non può fare altro che stupire il palato. Un tempo piatto dei contadini ed oggi protagonisti della ormai trentennale Sagra in agosto, momento di incontro non solo tra fardellesi, residenti ed emigrati che tornano per l’estate, ma anche con turisti che non rinunciano a questo irresistibile appuntamento gastronomico.

itinerari-420x240

Itinerari

Sentieri tra boschi intatti e inviolati che coprono le colline delle Serre, delle Manche fino a scendere al Parco Barbattavio che, con gli impianti sportivi, presenta bene il binomio del benessere: “mens sana in corpore sano”. Il Belvedere, poi, è la “summa cavea” di un teatro naturale che degrada naturalmente sul Sinni, verso le vette del Pollino, dove lo spettacolo di straordinari tramonti rivive ogni giorno come un’antica e misteriosa cantilena, e ancora i boschi di Serra Cerrosa, Mesole, Piano Molino. In questi luoghi la natura è ancora padrona e indomata, forte e ribelle.